Cenni Storici

Il 24 agosto 1835, dinanzi al Notaio Saverio Mormino,

comparevano i fratelli Francesco, Federico, Giuseppe e Mariano Di Michele Villaurea, nonche' i Signori Don Michele e Don Ignazio Di Michele e Dilittri, Don Raffaele Inguaggiato, Don Mariano Lo Faso, Dott. Giuseppe Levanti, Don Giovanni Marsala, Don Giovanni Battista Gallegra e Don Francesco Polito. Gli intervenuti pagarono ai fratelli Di Michele Villaurea le quote per l'acquisto dello stabile ubicato all'angolo tra la via Museo Civico e la Piazza Duomo, per immettervi il "Casino dei Nobili" che sino ad allora aveva avuto la sede nello stabile nella stessa Piazza Duomo, ad angolo con la via Mazzini (oggi sede della societa' operai "Paolo Balsamo") tenuto in locazione e di proprieta' della famiglia Maltese.
Il Circolo, trasferito nei nuovi locali, alla fine del 1835, conservo' la denominazione di "Casino dei Nobili" o di "Casino dei Gentiluomini" sino alche, il 26 Febbraio 1885, ne fu istituito, con questa fusione, il "CIRCOLO MARGHERITA".

 


Frammento della pagina iniziale dell'atto di acquisto dei locali e di costituzione del circolo (oggi) ''Margherita'' - 24 agosto 1935.
Regno delle due Sicilie. Il giorno ventiquattro agosto milleottocentotrentacinque 1835. Regando Ferdinando Secondo, per grazia di Dio Re del Regno delle due Sicilie di Gerusalemme ec. Duca di Parma Piacenza Castro ec. ec. Gran Principe ereditario di Toscana ec. ec. ec. innanzi a me Severio Mormino del fu Notar Don Ignazio, Notaro pubblico residente in questo Comune di Termini Imerese, Capo distretto Valle di Palermo col mio ufficio quartierio di Santo Vito e delli qui sottoscrivendi testimoni si sono presentati li Signori don Francesco di Michele e Napoli Barone di San Giuseppe - don Fiderico di Michele e Napoli - don Giuseppe di Michele e Napoli figli del difonto don Francesco di di Michele e Napoli figli del difonte don Francesco di Michele e di Michele Barone di San Giuseppe - don Michele e Dilittri...
Note storiche

NOTE STORICHE
Nell'archivio del Circolo mancano del tutto documenti o atti antecedenti il 29 agosto 1943. In tale data il Circolo viene commissariato dal Partito Nazionale Fascista e retto ininterrottamente, fino all'agosto del 1943, dall'Avv. Nicola Marsala, Segretario Politico del Partito. Anche di tale commissariamento non si rinvengono in archivio documenti ufficiali, ma la circostanza si evince dal verbale di Assemblea dei Soci Fondatori, riunitisi a seguito dell'autorizzazione del Commissario Civile del Comune in data 29 agosto 1943. L'Assemblea, presieduta dall'Avv. Rosario Balsamo, Presidente al momento del commissariamento del sodalizio, "all'unanimita' e nella forma piu' ampia ed assoluta" delibera di disconoscere "tutto quanto deciso, deliberato e disposto dagli amministratori che ressero le sorti del Circolo Margherita dal giorno 9 novembre 1938 al 28 agosto 1943 e specificatamente le deliberazioni riguardanti l'amministrazione dei soci di qualunque categoria".Nella stessa seduta viene quindi eletto il primo Presidente del periodo post-fascista, nella persona del Cav. Vito Ciofalo. Inoltre l'Assemblea da' incarico ai Soci Fondatori Cav. Avv. Edoardo Battaglia e Avv. Salvatore Mormino di redigere il nuovo statuto.  REGINA MARGHERITA Foto con dedica della Regina Margherita di Savoia inviata al Circolo in occasione della intitolazione a suo nome.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy Chiudi